Santo del Giorno
Cerca un santo:

Santi Marco Crisino, Stefano Pongracz e Melchiorre Grodziecki

Santi Marco Crisino, Stefano Pongracz e Melchiorre Grodziecki
Nome: Santi Marco Crisino, Stefano Pongracz e Melchiorre Grodziecki
Titolo: Martiri
Ricorrenza: 7 settembre
Tipologia: Commemorazione




Il martirio di Marco Kóriisi, Stefano Pongràcz e Melchiorre Grodecz è un importante capitolo della storia della Controriforma in Ungheria. Stefano nacque nel castello di Alvinc in Transilvania, probabilmente nel 1583, entrò nella Compagnia di Gesù a Brno in Moravia 1'11 luglio 1602, ma compì gli studi in un certo numero di luoghi, inclusa Praga, Klagenfurt, e Graz. Quando fu ordinato sacerdote si recò nel collegio gesuita a Humenné. Melchiorre, che aveva un anno di meno, proveniva da Cieszyn in Slesia, dove nacque, anch'egli nel castello di famiglia, nel 1584. Fu istruito presso il collegio gesuita a Vienna cd entrò nella Compagnia di Gesù nel 1603. Fu durante il noviziato a Brno, che incontrò Stefano. Dopo l'ordinazione, insegnò per un periodo all'istituto di S. Vincenzo a Praga. Marco nacque in una distinta famiglia croata a Crisio, nella diocesi di Zagabria, nel 1589. Fu educato dai gesuiti e conobbe Stefano e Melchiorre, tuttavia scelse di diventare un sacerdote diocesano e studiò prima a Graz e poi al collegio tedesco-ungherese a Roma. Nel 1615 ritornò in Ungheria, dove il primate cattolico, l'arcivescovo Pazmany, gli affidò compiti importanti nell'arcidiocesi di Esztergom.

Nel 1619 tutti e tre intrapresero un'attività pastorale e catechistica vicino a Cassovia (l'attuale Kosice, in Slovacchia). Stefano e Melchiorre erano stati invitati dal luogotenente del re, Andreas Dóczy, a incoraggiare i pochi cattolici in questa zona in cui il calvinismo era predominante, che dal 1604 erano stati privati delle loro chiese. La missione ottenne dei risultati, ma provocò una reazione, ed essi furono coinvolti nelle lotte di potere della regione. 11 principe locale calvinista, Bethlen Gabor, che stava tentando di impossessarsi delle terre del re cattolico, mandò un esercito, condotto dal generale Gyorgi Ralóczi, che marciò su Kosice. Stefano e Melchiorre si affrettarono sulla scena e altrettanto fece Marco, e i tre s'incontrarono nella città, che fu conquistata da Ràkóczi il 5 settembre 1619.

Dietro suggerimento di Bethlen Gabor, il generale fece catturare i tre uomini, che assieme al luogotenente del re furono messi agli arresti domiciliari. All'alba del 7 settembre arrivarono alcuni soldati con l'ordine del generale di persuaderli a rinunciare al cattolicesimo. Dopo il loro rifiuto, lí torturarono brutalmente a uno a uno. Marco morì per primo, seguito da Melchiorre; quando credettero di aver ucciso anche Stefano, i soldati gettarono i tre corpi in una fossa, ma Stefano non era ancora morto, e sopravvisse per altre ventiquattro ore soffrendo terribilmente prima di spirare, l'8 settembre. All'inizio non fu permesso a nessuno di seppellirli, ma alla fine Bethlen Gabor concesse a una donna del luogo di prendere i corpi. Per breve tempo il luogo di sepoltura fu una cappella del posto, ma nel 1636 i resti furono trasferiti nel monastero delle clarisse a Trnava. Marco, Stefano e Melchiorre furono beatificati assieme nel 1905.

MARTIROLOGIO ROMANO. A Kosice sui monti Carpazi, nell’odierna Slovacchia, santi martiri Marco Crisino, sacerdote di Esztergom, Stefano Pongracz e Melchiorre Grodziecki, sacerdoti della Compagnia di Gesù, che né la fame né le torture della ruota e del fuoco poterono indurre a rinnegare la fede cattolica.

Lascia un pensiero su Santi Marco Crisino, Stefano Pongracz e Melchiorre Grodziecki

Ti può interessare anche:

San Marco
- San Marco
Evangelista
S. Marco fu eletto da Dio ad essere il portavoce dello Spirito Santo, scrivendo la vita e la dottrina di N. S. Gesù Cristo nel Vangelo che porta il suo...
San Marco I
- San Marco I
Papa
Romano per nascita, Marco rivestì probabilmente una carica ecclesiastica sotto papa S. Silvestro (31 dic.) e alla sua morte, avvenuta nel 335, ne fu eletto...
Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 17 aprile si venera:

San Roberto di La Chaise-Dieu
- San Roberto di La Chaise-Dieu
Abate
Nelle favole, che sono quasi tutte di origine francese o tedesca, uno dei principali protagonisti è sempre il bosco, suggestivo e pauroso. Come nelle fiabe, San Roberto, nacque in mezzo ad una foresta...
Altri santi di oggi
Domani 18 aprile si venera:

San Galdino
- San Galdino
Vescovo
Nel 1162 Federico Barbarossa, Imperatore di Germania, saccheggia Milano. È il periodo in cui nelle città italiane si sono costituiti i Liberi Comuni e contro queste autonomie lotta appunto il Barbarossa...
Altri santi di domani
newsletter Iscriviti alla newsletter per ricevere il santo del giorno sulla tua email:

Iscriviti
Oggi 17 aprile nasceva:

Sant'Orsola Ledóchowska
- Sant'Orsola Ledóchowska
Religiosa
Giulia Maria Ledochowska nacque in Austria nel 1865 da una nobile famiglia di origine polacca, molto legata alla Chiesa con zio era cardinale e fratello superiore generale dei Gesuiti. Nel 1873 la famiglia...
Altri santi nati oggi