Novena a San Bernardo di Chiaravalle

San Bernardo di Chiaravalle
Nome: San Bernardo di Chiaravalle
Titolo: Abate e dottore della Chiesa
Nascita: 1091, Dijon, Francia
Morte: 20 agosto 1153, Chiaravalle-Clairvaux
Ricorrenza: 20 agosto
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Memoria liturgica
Protettore: degli agricoltori


Novena a San Bernardo di Chiaravalle

periodo:
dal 11 al 19 agosto


PRIMO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

SECONDO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

TERZO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

QUARTO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

QUINTO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

SESTO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

SETTIMO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

OTTAVO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

NONO GIORNO

I. Ammirabile S. Bernardo, che, dopo essere stato la delizia dei genitori con l’innocenza dei vostri costumi, diveniste modello dei religiosi con l’austerità della vostra penitenza, con il fervore della vostra pietà, con la continua vostra applicazione alla preghiera, al travaglio e a tutti gli altri doveri del vostro stato, onde aveste poi la consolazione dì trarre con voi nelle vie della santità tutta la vostra famiglia e un infinito numero di persone assai distinte nel mondo, impetrateci dal Signore la grazia di formar sempre con la nostra condotta la delizia dei nostri maggiori, affine di essere nel tempo stesso l’edificazione e lo specchio di tutti i nostri fratelli.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
II. Ammirabile s. Bernardo che avanzandovi nella santità a misura che vi avanzavate negli studi, portaste un odio così grande ad ogni colpa da seppellirvi fino al collo in uno stagno gelato per punire una leggera curiosità dei vostri occhi, e foste poi così mortificato in tutti i sensi da non saper dopo un anno di noviziato come fosse la volta della vostra chiesa, da perdere per modo il gusto di tutti i cibi terreni da mangiare e bevere senza avvedervene le cose più spiacevoli e nauseanti, come sevo per butirro, ed olio per acqua, impetrateci dal Signore la grazia di mortificare continuamente, a somiglianza di voi, tutti i nostri disordinati appetiti, e di espiare spontaneamente con l’esercizio della penitenza così le offese che gli abbiam fatto, come quelle che avessimo la disgrazia di fargli nell'avvenire.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
III. Ammirabile s. Bernardo, che, cambiato da discopoio in maestro, divenuto fondatore dell’Ordine di Chiaravalle, vedeste i vostri disegni prosperati per modo da fondare voi solo ben cento o sessanta monasteri, da annoverare tra i vostri allievi quelli che meritarono oi l’onore del Sommo pontificato, da vedere umiliati davanti a voi ad implorare consigli e direzione, non solo i principi ed i re, ma ancora i vescovi ed i Papi, da ottenere la cessazione dei pubblici tumulti e dei più clamorosi litigi, riconciliando i popoli coi prelati, ed i prelati coi monarchi, impetrate dal Signore la grazia di travagliare continuamente per la sua gloria e di camminare così fedelmente la strada dei suoi precetti, da meritarci in ogni cosa la sua speciale assistenza.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
IV. Ammirabile s. Bernardo, che scorrendo da apostolo tutti i regni d’Occidente, portaste dappertutto la pace e l’allegrezza, decidendo le questioni lo più difficili, ultimando gli affari più scabrosi, assistendo a tutti i consigli, confutando tutti gli orrori, convertendo gli empii più induriti, e specialmente il famoso Guglielmo duca di Aquitania, cui vedeste cader per terra semivivo, poi cambiarsi nel più fervido penitente, dacchè voi, staccandovi appositamente dal sacro altare, vi prosentaste davanti a lui con l’Ostia sacramentata, otteneteci dal Signore la grazia di sparger dovunque con la nostra vita il buon odore di Cristo, o di avere a vostra somiglianza una fede sempre viva, un amor sempre ardente alla santissima Eucaristia, che è il principale decoro del Cristianesimo, o il tesoro più prezioso dei cristiani.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.
V. Ammirabile s. Bernardo, che, malgrado le tante vostro occupazioni, i continui vostri viaggi, l’incostanza della vostra saluto, non desisteste mai dalle vostre meditazioni, dalle vostre preghiere, dalle vostre penitenze, o non contento d’annunziare a viva voce la parola di Dio, componeste ancora le opere le più importanti che vi meritarono i titoli gloriosissimi di Dottore o di Padre della Chiesa, ed aumentaste senza numero i divoti di Maria col parlare continuamente dei di lei pregi e della potenza del suo patrocinio, otteneteci dal Signore la grazia di perseverare fino alla morte negli esercizii della pietà e della penitenza convenienti al nostro stato, o di professar sempre fervorosissima la divozione alla comun madre Maria, senza l’intercessione della quale, giusta i vostri insegnamenti, è presunzione e follia lo sperare anche la minima grazia.

Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli.

Lascia un pensiero a San Bernardo di Chiaravalle

Ti può interessare anche:

San Bernardo da Corleone
- San Bernardo da Corleone
Religioso
Il suo vero nome era Filippo Latini, nacque a Corleone in Sicilia da una famiglia di calzolai molto religiosi, tanto che nel paese erano conosciuti come...
San Bernardo da Mentone
- San Bernardo da Mentone
Sacerdote
Secondo una cronaca del XV secolo, San Bernardo sarebbe nato in un villaggio della Savoia oggi denominato St Bernard-Menton nell'anno 1020. Nominato arcidiacono...
San Bernardo di Parma
- San Bernardo di Parma
Vescovo
Bernardo nacque nella nobile famiglia degli Uberti a Firenze e rinunciò a condurre una vita di potere e lusso per diventare monaco nel monastero vallombrosano...
San Bernardo Tolomei
- San Bernardo Tolomei
Fondatore degli Olivetani
Giovanni Tolomei nacque a Siena nel 1272. Venne educato da uno zio domenicano, e in seguito frequentò l'università locale. Vinse un dottorato in legge...
San Bernardo di Tiron
- San Bernardo di Tiron
Abate
Le prime notizie riguardanti Bernardo (talvolta noto come Bernardo di Abbeville) lo vogliono monaco nel monastero di S. Cipriano a Poitiers, da cui, trascorsi...
San Bernardo Calvò
- San Bernardo Calvò
Vescovo di Vich
Nacque a Reus, Tarragona, da una nobile famiglia. Nel 1214, dopo una grave malattia, entrò nel monastero cistercense di Santes Creus. Nel 1225 fu eletto...
San Bernardo di Vienne
- San Bernardo di Vienne
Vescovo
Bernardo nacque a Lione, in una famiglia illustre. Studiò alla corte di Carlo Magno e si sposò. Intorno all'anno 800, dopo sette anni di matrimonio e con...

I dottori della Chiesa

Sant' Antonio di Padova
- Sant' Antonio di Padova
Sacerdote e dottore della Chiesa
Sant'Antonio nacque a Lisbona nel 1195 da genitori favoriti da Dio di ricchezze spirituali e di un certo benessere. Dopo la prima educazione ricevuta nella...
Santa Teresa d'Avila
- Santa Teresa d'Avila
Vergine e Dottore della Chiesa
S. Teresa di Gesù nacque ad Avila (Spagna) il 28 marzo dell'anno 1515, da nobile ed antica famiglia. Teresa si distinse fin da bambina per un grande amore...
Santa Teresa di Lisieux
- Santa Teresa di Lisieux
Vergine e dottore della Chiesa
Il 2 gennaio 1873 verso mezzanotte, la casa di Giuseppe Stanislao Martin e di Zelia Guerin fu rallegrata da un nuovo olezzante fiorellino: Maria Teresa...
Sant' Ambrogio
- Sant' Ambrogio
Vescovo e dottore della Chiesa
Di nobile famiglia romana, nacque a Treviri nelle Gallie ove suo padre era prefetto e a pochi mesi di vita uno sciame di api portò alla sua bocca del miele...
Santa Caterina da Siena
- Santa Caterina da Siena
Vergine e dottore della Chiesa, patrona d'Italia
Il Signore è solito servirsi di umili e deboli creature per operare cose grandi: si servì di Ester per liberare il suo popolo dalla morte, di Giuditta...
Sant' Alberto Magno
- Sant' Alberto Magno
Vescovo e dottore della Chiesa
Alberto Magno, canonizzato e decorato del titolo di Dottore dal Sommo Pontefice Pio XI, nacque all'inizio del secolo XIII dai conti di Bollstädt a Lauingen...
San Roberto Bellarmino
- San Roberto Bellarmino
Vescovo e dottore della Chiesa
S. Roberto Bellarmino nacque a Montepulciano il 4 ottobre del 1542 da Cinzia Cervini, sorella del Papa Marcello II e da Vincenzo Bellarmino. Affezionato...
Sant' Agostino
- Sant' Agostino
Vescovo e dottore della Chiesa
(LA) « Fecisti nos ad te et inquietum est cor nostrum, donec requiescat in te. » (IT) « Ci hai creati per Te, [Signore,] e inquieto è il nostro cuore fintantoché...
Sant' Alfonso Maria de' Liguori
- Sant' Alfonso Maria de' Liguori
Vescovo e dottore della Chiesa
Nacque il 27 settembre del 1696 a Napoli dalla nobile famiglia De' Liguori. Ricevette dai suoi buoni genitori un'educazione santa ed energica, a cui il...
San Girolamo
- San Girolamo
Sacerdote e dottore della Chiesa
È il Santo che pose tutta la sua vasta erudizione a servizio della Sacra Scrittura. Nacque nel 347 a Stridone in' Dalmazia, da famiglia patrizia e cristiana...
San Tommaso d'Aquino
- San Tommaso d'Aquino
Sacerdote e dottore della Chiesa
Un astro di luce particolare e inestinguibile brilla nel cielo del secolo XIII; luce che attraversa i secoli, che illumina le menti: l'Angelico Dottore...
San Francesco di Sales
- San Francesco di Sales
Vescovo e dottore della Chiesa
Francesco nacque l'anno 1567 nel castello di Sales, diocesi di Ginevra, da Francesco, conte di Sales, e da Francesca di Sionas. Fin dai primi anni mostrò...
San Leone Magno
- San Leone Magno
Papa e dottore della Chiesa
S. Leone visse nella prima metà del fortunoso secolo v, che vide il dissolvimento e lo sfacelo finale dell'impero dei Cesari, e gli effetti meravigliosi...
San Giovanni della Croce
- San Giovanni della Croce
Sacerdote e dottore della Chiesa
Collaboratore di Santa Teresa d'Avila nella fondazione dei Carmelitani Scalzi, Dottore della Chiesa, Giovanni della Croce risulta sempre più un affascinante...
Sant' Ilario di Poitiers
- Sant' Ilario di Poitiers
Vescovo e dottore della Chiesa
Nacque Ilario a Poitiers, in seno al paganesimo, da una delle più illustri famiglie di Francia. Ecco come avvenne la sua conversione. Si pose un giorno...
San Gregorio Magno
- San Gregorio Magno
Papa e dottore della Chiesa
La Chiesa con molta ragione ha decorato questo santo Pontefice con il titolo di Grande, titolo che egli ha meritato con lo splendore delle sue azioni...
San Bonaventura
- San Bonaventura
Vescovo e dottore della Chiesa
Nell'anno 1221 nasceva in Bagnoregio (Lazio) San Bonaventura che al fonte battesimale fu chiamato Giovanni. Essendosi ammalato gravemente all'età di quattro...
San Giovanni Crisostomo
- San Giovanni Crisostomo
Vescovo e dottore della Chiesa
Giovanni soprannominato Crisostomo, o bocca d'oro, per la sua meravigliosa eloquenza, nacque in Antiochia. In giovanissima età fu privato del padre. Gli...
San Lorenzo da Brindisi
- San Lorenzo da Brindisi
Sacerdote e dottore della Chiesa
San Lorenzo da Brindisi fu religioso francescano. Uomo singolare per intelligenza, seppe compiere le più belle opere per la gloria di Dio ed il bene delle...
San Pier Damiani
- San Pier Damiani
Vescovo e dottore della Chiesa
Glorioso collaboratore di S. Gregorio VII e come lui figlio di S. Benedetto. S. Pier Damiani è una delle glorie più fulgide della Chiesa nel secolo xi...
Sant' Atanasio
- Sant' Atanasio
Vescovo e dottore della Chiesa
Si era alla fine del II secolo: ormai anche la decima ed ultima persecuzione volgeva al termine, quando un nuovo uragano stava per scatenarsi contro la...
San Beda il Venerabile
- San Beda il Venerabile
Sacerdote e dottore della Chiesa
Beda significa uomo che prega. Nacque l'anno 672 sui confini della Scozia. A sette anni i genitori lo affidarono a S. Benedetto Biscopio, il quale ammirando...
San Cirillo d'Alessandria
- San Cirillo d'Alessandria
Vescovo e dottore della Chiesa
Cirillo fu l'intrepido difensore della divina maternità di Maria, il trionfatore di quel concilio di Efeso che mise fine a un'insidiosa controversia teologica...
San Cirillo di Gerusalemme
- San Cirillo di Gerusalemme
Vescovo e dottore della Chiesa
Nacque in Gerusalemme nell'anno 314. Dopo aver appreso i primi rudimenti della letteratura e delle scienze profane, studiò Sacra Scrittura, con tanto ardore...
San Pietro Crisologo
- San Pietro Crisologo
Vescovo e dottore della Chiesa
S. Pietro Crisologo fu nel secolo v difensore della Chiesa occidentale contro gli Eutichiani. Nacque da agiata famiglia di Imola e fu battezzato dal vescovo...
Sant' Anselmo d'Aosta
- Sant' Anselmo d'Aosta
Vescovo e dottore della Chiesa
Questo Santo è chiamato, a ragione, il primo degli Scolastici, ossia quei filosofi che ripresero lo studio della vera e sana filosofia del grande Aristotile...
San Basilio Magno
- San Basilio Magno
Vescovo e dottore della Chiesa
S. Basilio, ornamento e decoro della Chiesa greca, è un anello prezioso nella catena di santi che illustrano la sua famiglia. Nacque infatti da genitori...
San Pietro Canisio
- San Pietro Canisio
Sacerdote e dottore della Chiesa
È un degno figlio di S. Ignazio di Loyola, destinato da Dio a risplendere di luce vivissima nella Germania, nel tempo in cui Lutero si ribellava alla Chiesa...
Sant' Efrem
- Sant' Efrem
Diacono e dottore della Chiesa
Efrem nacque a Nisibi in Mesopotamia circa l'anno 306 sotto l'imperatore Costantino. Era figlio di pagani, ma studiò con ardore la dottrina cristiana...
Sant' Isidoro di Siviglia
- Sant' Isidoro di Siviglia
Vescovo e dottore della Chiesa
S. Isidoro venne sempre riguardato come il più illustre dottore della chiesa di Spagna. Iddio lo fece nascere, dice S. Braulione, per arrestare il torrente...
San Giovanni Damasceno
- San Giovanni Damasceno
Sacerdote e dottore della Chiesa
S. Giovanni Damasceno nacque a Damasco da illustre famiglia e studiò filosofia e teologia a Costantinopoli, sotto la guida del monaco Cosma. L'empio imperatore...
San Gregorio Nazianzeno
- San Gregorio Nazianzeno
Vescovo e dottore della Chiesa
S. Gregorio, detto il Teologo per la sua profonda scienza delle Sacre Scritture, nacque da nobili genitori l'anno 329 nella piccola città di Nazianzo in...
Sant' Ildegarda di Bingen
- Sant' Ildegarda di Bingen
Vergine
Ildegarda di Bingen sarebbe stata famosa in qualunque secolo, ma nel suo i risultati e la sua influenza, particolarmente come donna, furono straordinari...
San Giovanni d'Avila
- San Giovanni d'Avila
Sacerdote
Giovanni, prete santo, mistico e scrittore, godette grandissima stima nella Spagna del xvi secolo; fu amico di S. Ignazio di Loyola (31 lug.) e consigliere...
San Gregorio di Narek
- San Gregorio di Narek
Dottore della Chiesa armena
San Gregorio nacque in Armenia nel 951 da insigne famiglia sacerdotale — suo padre era arcivescovo — ed era ancora fanciullo quando fu affidato alle cure...
Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 28 novembre si venera:

San Giacomo della Marca
San Giacomo della Marca
Religioso e sacerdote
S. Giacomo della Marca nacque a Monteprandone, provincia di Ascoli Piceno, da poveri genitori. Studiò in varie città delle Marche e dell'Umbria e fu maestro di scuola. A vent'anni, preso dalla bellezza...
Altri santi di oggi
Domani 29 novembre si venera:

San Saturnino di Tolosa
San Saturnino di Tolosa
Vescovo e martire
Fra i primi apostoli che il Papa S. Fabiano mandò ad evangelizzare le Gallie vi fu S. Saturnino il quale pose la sua sede a Tolosa e la illustrò con un fecondo apostolato di bene ed infine col suo martirio...
Altri santi di domani
newsletter

Iscriviti
Oggi 28 novembre nasceva:

Santa Maria Maddalena Postel
Santa Maria Maddalena Postel
Religiosa
Giulia Francesca Caterina Postel nacque a Barfleur, vicino a Cherbourg, nel 1756, da Giovanni e Teresa Levallois. Studiò in una scuola locale e poi all'abbazia di Valonges, dove decise di consacrarsi a...
Altri santi nati oggi
Oggi 28 novembre si recita la novena a:

- Sant' Andrea
I. Per quel ammirabile prontezza onde voi, o glorioso s. Andrea, vi deste a seguir Gesù Cristo, appena lo sentiste qualificato da s. Giovanni per l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, indi a...
- Santa Barbara
O Gloriosa S. Barbara, sposa diletta di Gesù! Tu ti consacrasti al tuo Divin Salvatore fin dalla più tenera età, lo amasti con tutte il cuore e nessuna cosa fu capace dl separarti dall'amato tuo bene...
- San Francesco Saverio
Oh amabilissimo ed amatissimo San Francesco Saverio, in unione con voi io adoro riverentemente la Maestà Divina. Mentre con gioia rendo grazie a Dio per i doni singolari di grazia concessi a voi nella...
- San Nicola di Bari
O protettor benefico, scelto dai tuoi devoti, che santo sin dal nascere a Dio drizzasti i voti; per tuo incorrotto vivere proteggi il nostro cuor. Santo nostro protettore difensor di nostra vita proteggete...
- Sant' Ambrogio
I. O glorioso Arcivescovo s. Ambrogio, che fuggiste a tutto potere gli onori e le dignità, quindi, accettandole per non contraddire alle divine disposizioni, diveniste a tutta la terra il maestro ed il...