Santo del Giorno
Cerca un santo:

Beato Pietro Berno da Ascona

Beato Pietro Berno da Ascona
Nome: Beato Pietro Berno da Ascona
Titolo: Martire
Memoria: 25 luglio




Figlio di Giovanni ed Anastasia Nicolini, secondogenito dopo il fratello Guglielmo, Dopo le scuole dell'obbligo, col fratello seguì il padre a Roma dove gestirono un negozio di frutta. Morto il padre, entrò nel Collegio Germanico. Fu ordinato sacerdote il 2 luglio 1577 nel noviziato di Sant'Andrea al Quirinale diretto dai Gesuiti.

A quest'ordine religioso erano affidate le missioni all'estero in particolare nell'estremo Oriente, dove il Portogallo stava consolidando il suo impero coloniale. Qui San Francesco Saverio durante i dieci anni della sua missione dalle coste dell'India fino al Giappone aveva aperto la strada e la presenza dei Gesuiti era tale che Sant'Ignazio di Loyola già nel 1552 aveva istituito una nuova provincia della Compagnia di Gesù a Goa.

La Chiesa di Goa, eretta in arcidiocesi nel 1558 contava ottanta chiese e nel 1560 il viceré ordinò l'evangelizzazione dell'isola di Salsette che contava sessanta villaggi, malgrado che la regione fosse considerata sacra agli dei induisti di cui fece abbattere le statue suscitando una tenace resistenza nelle popolazioni locali. Malgrado il clima ostile i Gesuiti riuscirono ad insediarsi suddividendo il territorio in distretti, tra cui quello di Margan.

Il giovane asconese sbarcò a Goa l'8 ottobre 1579 e gli venne affidata la rettoria della chiesa di Margan, con la cura del villaggio di Coulàn, nella ostile penisola di Salsete, perciò dovette imparare in fretta la lingua locale, il canarese. La nomina a superiore della missione di padre Rodolfo Acquaviva, giunto nella penisola l'8 luglio 1583, fu l'occasione del battesimo di tutti i catecumeni e il 14 luglio, domenica, i missionari celebrarono messa nei rispettivi villaggi invitando i cristiani a recarsi a Cuncolim, ma la notizia della visita non fu affatto gradita e lo stregone del villaggio convinse la popolazione che gli dei avrebbero gradito il sangue dei nemici della religione degli avi.

Il giorno successivo, Il 15 luglio secondo il calendario orientale (corrispondente al nostro 25), mentre assieme ai suoi compagni pregava, attendendo l'accoglienza dei maggiorenti del villaggio, fu assalito proditoriamente da un gruppo di fanatici e ferito a morte assieme ai suoi quattro compagni. I loro cadaveri furono occultati in un canale, ma presto le autorità portoghesi li rinvennero e i Gesuiti portarono in trionfo i corpi a Raciòl per i funerali solenni nella chiesa dedicata alla Madonna della Neve.
Solo dopo 14 anni i Gesuiti riuscirono a traslare le reliquie nel loro collegio di San Paolo apostolo di Goa; poi più tardi alcune vennero portate a Roma in occasione del Concilio Vaticano I e depositate nella chiesa del Gesù

fonte:cathopedia.org

Lascia un pensiero su Beato Pietro Berno da Ascona

Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Banner Papa Francesco
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Oggi 24 luglio si venera:

Santa Cristina di Bolsena
- Santa Cristina di Bolsena
Martire
Cristina nacque sulle rive del lago di Bolsena dove suo padre Urbano era governatore. Quest'uomo era un mortale nemico dei cristiani, e si può dire che non passava giorno senza che ne avesse qualcuno...
Altri santi di oggi
Domani 25 luglio si venera:

San Giacomo il Maggiore
- San Giacomo il Maggiore
Apostolo
S. Giacomo il Maggiore fu uno dei dodici Apostoli. Perchè i Samaritani non avevano voluto ricevere i discepoli mandati da Gesù, Giacomo, col fratello Giovanni, si accostò al Divino Maestro e gli disse:...
Altri santi di domani
newsletter Iscriviti alla newsletter per ricevere il santo del giorno sulla tua email:

Iscriviti