San Massimo di Riez

San Massimo di Riez
Nome: San Massimo di Riez
Titolo: Vescovo
Nascita: 388 circa, Château-Redon, Francia
Morte: 27 novembre 460, Riez, Francia
Ricorrenza: 27 novembre
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Commemorazione
Patrono di:
Agliè


San Massimo, nacque a Décomer oggi Château-Redon (Châteauredon) nei pressi di Digne, in alta Provenza, verso l'anno 388. Fu battezzato subito dopo la nascita.

Spinto da l'esempio e il consiglio dei suoi pii genitori, sentì subito un grande desiderio di santità; sapeva, nonostante tutti i pericoli, preservare la purezza dei suoi costumi e la sua innocenza battesimale.

Giurò subito la sua castità per Cristo, all'età di diciotto anni, entrò nel monastero di Lerins, che era allora sotto la direzione di S. Honorat.

Si alzò nella vita religiosa, a un così alto grado di perfezione, che tutti i religiosi lo considerarono subito come il loro guida.

Divenne Abate di Lérins, dopo l'elevazione di S. Honorat sulla caddedra di Arles, fu in grado di mantenere la sua vigilanza in tutta la regolarità della disciplina. Spesso la sera visitava il monastero e l'isola, per assicurarsi che tutto fosse in ordine, più volte il diavolo apparve in forme terribili o fantastiche; ma la croce era sempre al suo fianco.

La reputazione di santo cresceva di giorno in giorno, e alla vacanza della sede episcopale dei dintorni, gli occhi del popolo si rivolse a lui. Per contrastare la decisione degli abitanti di Frejus, si imbarcò su una nave e si nascose nella solitudine dei boschi; si esiliò lì per tre giorni e tre notti sotto le piogge, fin quando non fu eletta un'altra persona al posto suo.

Pochi anni dopo, ancora fuggendo per la sua elezione alla carica di Laugh; ma l'ostinazione degli abitanti di quella città raggiunse anche l'Italia dove era scappato, lo presero con la forza e lo misero in custodia. Divenne così vescovo.

Viveva costantemente alla presenza di Dio e trascorreva ogni giorno in preghiera. "Nonostante tante virtù, san Massimo tremava al pensiero dei giudizi di Dio. Un giorno nel celebrare la Santa Messa, ebbe la rivelazione della sua morte. Si addormentò con Dio al canto dei salmi, il 27 novembre 460.

MARTIROLOGIO ROMANO. Presso Riez nella Provenza, in Francia, san Massimo, padre del cenobio di Lérins dopo sant’Onorato e poi vescovo della Chiesa di Riez.

Lascia un pensiero a San Massimo di Riez

Ti può interessare anche:

San Massimo
- San Massimo
Vescovo
Massimo di Alessandria fu il terzo Papa della Chiesa copta (massima carica del Patriarcato di Alessandria d'Egitto) ed è venerato come santo dalla Chiesa...
San Massimo di Pavia
- San Massimo di Pavia
Vescovo
Massimo, Vescovo di Pavia (morto a Pavia nel 514), Patrono di Valenza. A Pavia si ricordano due vescovi di nome Massimo, ma in realtà si tratta di un'unica...
San Massimo di Verona
- San Massimo di Verona
Vescovo
La storicità di Massimo vescovo di Verona è alquanto difficile da stabilire, probabilmente è esistito nel IV secolo. Esso è ricordato in un Martirologio...
Santi Massimo, Claudio, Prepedigna, Alessandro e Cuzia
- Santi Massimo, Claudio, Prepedigna, Alessandro e Cuzia
Martiri di Ostia
Si narra che Claudio fu incaricato da Diocleziano di chiedere come sposa per il proprio figlio Massimiano, sua nipote Susanna figlia di Gabinio; recatosi...
San Massimo di Torino
- San Massimo di Torino
Vescovo
San Massimo di Torino (... – ca. 420) conosciuto anche come Massimo I, è considerato il primo vescovo di Torino di cui si conosca il nome ed è venerato...
Santi Tiburzio, Valeriano e Massimo
- Santi Tiburzio, Valeriano e Massimo
Martiri di Roma
Valeriano nacque a Roma nel 177, era un nobile patrizio cui venne data in sposa santa Cecilia. Cecilia però aveva già scelto come sposo il Signore dei...
San Massimo d'Aveia
- San Massimo d'Aveia
Martire
San Massimo, patrono principale della diocesi e della città di L'Aquila, nasce ad Aveia (oggi Fossa) intorno al 228 d.C. da una famiglia cristian. Massimo...
San Massimo di Nola
- San Massimo di Nola
Vescovo
Le poche notizie che si hanno di san Massimo provengono dai carmina natalizia scritti da San Paolino per celebrare la festa (dies natalis) di san Felice...
San Massimo il Confessore
- San Massimo il Confessore
Teologo bizantino
Giovanni Scoto Eriugena, egli stesso grande filosofo, definisce Massimo «il filosofo divino, il sapiente, l'insegnante più illustre». Egli è sicuramente...
San Massimo di Gerusalemme
- San Massimo di Gerusalemme
Vescovo
Si sa molto poco di Massimo. Fu confessore della fede sotto Diocleziano e Massimiano (ca. 303), subendo prima la tortura, che lo rese sciancato, e poi...
Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 5 marzo si venera:

Sant' Adriano di Cesarea
Sant' Adriano di Cesarea
Martire
Subì il martirio con Eubulo l'anno 309, «sesto anno della persecuzione», secondo la testimonianza di Eusebio. Essendo venuti ambedue a Cesarea in Palestina per aiutare i martiri di quella città, i due...
Altri santi di oggi
Domani 6 marzo si venera:

Santa Rosa da Viterbo
Santa Rosa da Viterbo
Vergine
Nel secolo XIII la Chiesa era travagliata da funestissime eresie e da frequenti guerre e turbolenze. Viterbo era allora in tristissime condizioni. Eretici, atei, si diffondevano per la città ed i cristiani...
Altri santi di domani
newsletter

Iscriviti
Oggi 5 marzo nasceva:

Beato Giuseppe Zaplata
Beato Giuseppe Zaplata
Religioso e martire
Nacque a Jerka vicino a Koscian in Polonia da una famiglia di agricoltori. I limitati mezzi della sua famiglia non gli permettevano altro che fare gli studi elementari. Appena terminò il servizio militare...
Oggi 5 marzo si recita la novena a:

- San Giovanni di Dio
I. Per quel miracoloso splendore e per quei suoni festivi onde il cielo illustrò la vostra nascita, o glorioso s. Giovanni, impetrate a noi tutti la grazia di mettere ogni nostra compiacenza nel risplendere...
- San Domenico Savio
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. O Dio, vieni a salvarmi. Signore vieni presto in mio aiuto. Preghiera O San Domenico Savio che non pago di farti apostolo tra i compagni sospirasti...