Santo del Giorno
Cerca un santo:

Santo Stefano di Ungheria

Santo Stefano di Ungheria
Nome: Santo Stefano di Ungheria
Titolo: Re
Ricorrenza: 16 agosto
Tipologia: Memoria facoltativa




Nacque nel 977 a Strigonia in Ungheria. Il principe Geysa, suo padre, e la principessa Sarloth sua madre, da poco convertiti al Cristianesimo, fecero subito battezzare il figlio e lo educarono nella religione cristiana.

Morto il padre, Stefano assunse il governo del principato. Suo primo pensiero fu di condurre i suoi sudditi ancora barbari e pagani all'ovile di Cristo esortandoli a non respingere il lume della verità. Ardente di zelo fondò molti monasteri, stabilì, coll'approvazione della S. Sede, parecchi vescovadi, chiamò nelle sue terre molti missionari i quali incivilirono quei popoli selvaggi e li resero a Cristo.

Ammetteva tutti alla sua presenza ed ascoltava le domande di ciascuno. Si preoccupò particolarmente degli orfani e delle vedove e dichiarò pubblicamente di essere loro padre. Amava molto i poveri e per essi diminuì le imposte; fece fare lavori pubblici ed emanò leggi per la loro protezione.

Aborriva talmente il peccato che non sapeva comprendere come un cristiano riscattato dal sangue di Cristo potesse ancora peccare. Per questo stabilì leggi severissime contro la bestemmia, il furto, l'adulterio. e proibì le nozze tra cristiani e pagani.

Purtroppo anche questo Santo ebbe a combattere durante il suo regno varie guerre. Ma il santo principe, benchè di forze inferiori a quelle dei nemici, pieno di fiducia nel cielo, lottò per la sua buona causa e ne riportò sempre piena vittoria.

Le sue opere di zelo già sulla terra gli meritarono una parte di quella ricompensa che doveva poi avere in cielo. Infatti il Sommo Pontefice gli accordò la corona di re e il privilegio di farsi precedere dalla croce. Dopo la solenne incoronazione, S. Stefano pose il suo stato sotto la protezione della Vergine SS. verso la quale nutriva tenera devozione.

Ma anche alla porta della casa del re venne a battere la tribolazione. Ad uno ad uno perdette tutti i suoi figli. Dolorosa soprattutto fu la morte del suo primogenito Emmerico. Crudeli malattie tormentarono
lui stesso: non solo, ma ebbe pure da soffrire per la sua carità.

Difatti un giorno, mentre travestito distribuiva la elemosina, fu assalito da una ciurma di accattoni, malmenato e derubato di ogni cosa. Sopportò tutto con pazienza, contento di soffrire per Gesù Cristo.

Durante il suo regno dettò un compendio di savie leggi. Sul letto di morte, chiamò a sè i suoi cortigiani; diede santi consigli per la scelta del successore; raccomandò l'ubbidienza alla S. Sede; mise di nuovo il suo regno sotto la protezione della Madre di Dio e nel giorno di Maria Assunta, 15 agosto 1038, spirò nel bacio del Signore all'età di 61 anni.

Il suo corpo fu tumulato solennemente e da quel veneratissimo sepolcro il santo Re concede grazie e miracoli di ogni genere.

PRATICA. - Ciascuno vale davanti a Dio quanto valgono le sue opere.

PREGHIERA. - Ti preghiamo, Dio onnipotente, di concedere alla tua Chiesa che, come ebbe propagatore in terra il tuo beato confessore Stefano, così meriti averlo glorioso difensore in cielo.

MARTIROLOGIO ROMANO. Santo Stefano, re d’Ungheria, che, rigenerato nel battesimo e ricevuta da papa Silvestro II la corona del regno, si adoperò per propagare la fede cristiana tra gli Ungheresi: riordinò la Chiesa nel suo regno, la arricchì di beni e di monasteri, fu giusto e pacifico nel governare i sudditi, finché a Székesfehérvár in Ungheria, nel giorno dell’Assunzione, la sua anima salì in cielo.

Lascia un pensiero su Santo Stefano di Ungheria

Ti può interessare anche:

Santo Stefano
- Santo Stefano
Primo martire
Stefano fu il primo a dare la vita e il sangue per Gesù Cristo. Ebreo di nascita, e convertito alla fede dalla predicazione di S. Pietro, mostrò subito...
Santi Nicola Tavelic, Stefano da Cuneo, Deodato Aribert da Ruticinio e Pietro da Narbona
- Santi Nicola Tavelic, Stefano da Cuneo, Deodato Aribert da Ruticinio e Pietro da Narbona
Sacerdoti francescani, martiri
Stefano nacque a Cuneo nel 1340 circa fu un francescano, martire per la fede a Gerusalemme con tre confratelli. Divenne francescano della provincia...
Santo Stefano Harding
- Santo Stefano Harding
Abate
Nacque nel 1059, da una nobile famiglia sassone dal nome Harding, a Merriot, nei dintorni di Sherborne, nell'Inghilterra Meridionale. Viaggiò molto e...
Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 11 dicembre si venera:

San Damaso I
- San Damaso I
Papa
San Damaso nacque nella Spagna; ma la sua educazione la compì in Roma, dove si era recato ancor givanissimo. Per la sua aperta intelligenza e per la sua sentita pietà, gli vennero conferiti molto presto...
Altri santi di oggi
Domani 12 dicembre si venera:

Beata Maria Vergine di Guadalupe
- Beata Maria Vergine di Guadalupe
La storia religiosa di Guadalupe inizia 480 anni fa nel 1531 quando la Santa Vergine, Madre di Nostro Signore Gesù Cristo, apparve più volte a Guadalupe, in Messico. Colui al quale la Madonna volle manifestarsi...
Altri santi di domani
newsletter Iscriviti alla newsletter per ricevere il santo del giorno sulla tua email:

Iscriviti