Santo del Giorno
Cerca un santo:

Santi Claudio, Asterio e Neone

Santi Claudio, Asterio e Neone
Nome: Santi Claudio, Asterio e Neone
Titolo: Martiri
Ricorrenza: 23 agosto
Tipologia: Commemorazione




Secondo la tradizione greca Claudio, Asterio e Neone erano tre fratelli che vennero crocifissi in Isauria, mentre la tradizione latina dice in Cilicia.

Si narra che la loro matrigna li tradì ad Aegea durante la persecuzione di Diocleziano, rivelando che erano cristiani. Essi rifiutarono di offrire sacrifici agli idoli, vennero torturati ma dissero che il fuoco e gli altri tormenti erano grandi benefici, perché potevano soffrire per la gloria di Dio ed erano felici di morire per Gesù Cristo. Vennero crocifissi fuori dalla città cosicché gli uccelli potessero cibarsi dei loro corpi e nessun cristiano potesse prendere delle reliquie; per la stessa ragione uno dei corpi venne gettato in mare. Questa parte del racconto sembra vera, perché proprio nel periodo in cui la storia originale venne composta, l'imperatore Giuliano stava conducendo una campagna contro il culto dei martiri e «coloro che si allontanavano dagli dei per rendere culto ai corpi e alle reliquie». Il suo amico, il sofista Eunapio (345-420 ca.) disse: «I nuovi dei del popolo romano sono teste staccate e ossa.»

MARTIROLOGIO ROMANO. Ad Aya in Cilicia, nel territorio dell’odierna Turchia, santi fratelli martiri Claudio, Asterio e Neone, che, accusati dalla matrigna per la loro fede cristiana, si dice siano stati decapitati sotto l’imperatore Diocleziano e il governatore Lisia.

Lascia un pensiero su Santi Claudio, Asterio e Neone

Ti può interessare anche:

Santi Claudio, Ilaria, Giasone e Mauro
- Santi Claudio, Ilaria, Giasone e Mauro
Martiri a Roma
La storia di San Claudio martire e della sua famiglia, riportata nel Martirologio di Adone, è immersa nella leggenda e risale al III secolo d.C. La leggenda...
Santi Massimo, Claudio, Prepedigna, Alessandro e Cuzia
- Santi Massimo, Claudio, Prepedigna, Alessandro e Cuzia
Martiri di Ostia
Si narra che Claudio fu incaricato da Diocleziano di chiedere come sposa per il proprio figlio Massimiano, sua nipote Susanna figlia di Gabinio; recatosi...
San Claudio de la Colombière
- San Claudio de la Colombière
Religioso
Terzo figlio del notaio Bertando, Claudio de la Colombière nacque in Francia nel 1641. Ha lasciato scritto che «aveva un'avversione orribile» per la vita...
San Claudio di Condat
- San Claudio di Condat
Abate-vescovo
Si dice che Claudio sia nato in Franca Contea, figlio di un nobile del luogo; certamente portò le armi come ogni giovane dell'epoca, ma all'età di vent'anni...
Santi Claudio, Luperco e Vittorico
- Santi Claudio, Luperco e Vittorico
Martiri di León
Nel Martirologio precedente erano presentati come tre fratelli Leonesi, figli del centurione San Marcelo e Santa Nonia; erano soldati e si dichiaravano...

Santi Marino e Asterio
- Santi Marino e Asterio
Martiri
Eusebio racconta la vita di S. Marino nella Storia Ecclesiastica. Egli apparteneva a una famiglia nobile e benestante di Cesarea, in Palestina, ed era...

Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 16 settembre si venera:

Santi Cipriano e Cornelio
- Santi Cipriano e Cornelio
Martiri
Cipriano di Cartagine era un famoso retore che si convertì al cristianesimo verso il 246. La sua posizione intellettuale e sociale favorì la sua ordinazione come sacerdote e vescovo
Altri santi di oggi
Domani 17 settembre si venera:

San Roberto Bellarmino
- San Roberto Bellarmino
Vescovo e dottore della Chiesa
S. Roberto Bellarmino nacque a Montepulciano il 4 ottobre del 1542 da Cinzia Cervini, sorella del Papa Marcello II e da Vincenzo Bellarmino. Affezionato al le cose di Dio, amava poco i trastulli infantili...
Altri santi di domani
newsletter Iscriviti alla newsletter per ricevere il santo del giorno sulla tua email:

Iscriviti
Oggi 16 settembre nasceva:

San Gregorio Giovanni Barbarigo
- San Gregorio Giovanni Barbarigo
Vescovo
I milanesi erano soliti ripetere ai bergamaschi, complimentandosi per il loro vescovo: «Noi abbiamo un santo cardinale morto, san Carlo Borromeo, voi avete un vescovo vivo». Vescovo vivo era Gregorio Barbarigo...
Altri santi nati oggi