Santi Teodoro e Teofane

Santi Teodoro e Teofane
Nome: Santi Teodoro e Teofane
Titolo: Grapti
Ricorrenza: 27 dicembre
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Commemorazione


Questi due fratelli erano originari del Kerak, fra il Mar Morto e Gerusalemme, la regione che un tempo terra dei moabiti. Crebbero a Gerusalemme, dove si stabilirono insieme ai genitori. In gioventù divennero monaci nel monastero di S. Saba (5 dic.) e grazie ai loro progressi nell'apprendimento e nella virtù divennero famosi. Il patriarca di Gerusalemme insistette affinché Teodoro fosse ordinato sacerdote e, quando l'imperatore Leone l'Isaurico appoggiò gli iconoclasti, inviò Teodoro per esortarlo a non turbare la pace della Chiesa. Leone fece fustigare Teodoro e mandò i due fratelli in esilio su un'isola del Mar Nero, dove soffrirono la fame e il freddo. Quando Leone mori, tornarono nel loro monastero di Costantinopoli, ma il nuovo imperatore Teofilo, violento iconoclasta che ascese al trono nell'829, li fece nuovamente arrestare, flagellare e condannare all'esilio.

Due anni più tardi furono riportati a Costantinopoli e, siccome persistevano nella loro posizione contraria all'iconoclastia, Teofilo comandò che venissero appositamente composti dodici versi giambici e che fossero poi incisi sulla pelle del loro volto. Il significato dei versi era il seguente: «Questi uomini sono apparsi a Gerusalemme come vascelli carichi di una errata e iniqua superstizione, guidati dai loro crimini. Fuggiti a Costantinopoli, non hanno rinunciato alla loro iniquità. Per questa colpa vengono banditi e marchiati sul viso».

Li fecero sdraiare sulle panche e, a quanto sembra, incisero queste parole sul loro viso; giacché il testo era piuttosto lungo, è possibile che le frasi siano state invece disegnate o tatuate. Qualunque sia stato il procedimento, fu comunque doloroso e deturpante, e ci vollero due giorni per completarlo. Furono perciò nuovamente esiliati, questa volta ad Apamea in Bitinia, dove Teodoro morì; l'imperatore Teofilo morì quasi nello stesso periodo. S. Metodio (14 giu.) diventò patriarca e il culto delle immagini fu ripristinato. S. Teofane fu in seguito venerato per la sua professione di fede e diventò vescovo di Nicea; scrisse un certo numero di inni, incluso uno che descriveva suo fratello. I greci definiscono Teodoro "il Poeta", ma entrambi i fratelli vengono più comunemente chiamati Graptoi, cioè "i marchiati".

MARTIROLOGIO ROMANO. Ad Hisarlik in Bitinia, nell’odierna Turchia, passione di san Teodoro, monaco del monastero di San Saba in Palestina, sacerdote e martire, che, a Costantinopoli, insieme a suo fratello Teofane, per aver difeso il culto delle sacre immagini, dopo aver subito la fustigazione, la prigionia, l’esilio e il supplizio dell’incisione di alcuni versi sulla fronte, che gli valse il nome di Graptós, “marchiato”, spirò alla fine in carcere.

Lascia un pensiero a Santi Teodoro e Teofane

Ti può interessare anche:

San Teodoro di Amasea
- San Teodoro di Amasea
Generale e martire
Nacque Teodoro in Siria od in Armenia (non si sa bene) ed era ancora giovanissimo e da poco aggregato all'armata romana, quando subì il martirio: per questo...
Santi Teodoto, Tecusa, Alessandra, Claudia, Faina, Eufrasia, Matrona e Giulitta
- Santi Teodoto, Tecusa, Alessandra, Claudia, Faina, Eufrasia, Matrona e Giulitta
Martiri
Il bollandista II. Delehaye considera gli Acta di questi martiri, nella forma abbreviata o estesa, niente più di un romanzo pio basato su una storia di...
San Teodoro il Siceota
- San Teodoro il Siceota
Vescovo ed egumeno
Teodoro nacque a Sykeon in Galazia (Asia Minore). Sua madre e sua zia gestivano un albergo che fungeva anche da postribolo, fino a quando arrivò un cuoco...
Santi Pietro d'Alessandria e compagni
- Santi Pietro d'Alessandria e compagni
Martiri
Nacque ad Alessandria, da giovane si consacrò a Cristo durante la persecuzione di Diocleziano; fu eletto capo della scuola catechista e combatté l'estremismo...
San Teodoro Studita
- San Teodoro Studita
Abate
Teodoro è una delle grandi figure del monachesimo e della Chiesa; era il maggiore di tre fratelli e segui il padre nella proprietà di famiglia a Sakkudion...
San Teodoro di Canterbury
- San Teodoro di Canterbury
Vescovo
Greco, nato (come S. Paolo) a Tarso e cresciuto ad Atene, Teodoro fu l'ultimo dei primi arcivescovi di Canterbury a essere nato all'estero, e anche uno...

San Teofane
- San Teofane
Martire
Teofane era figlio di Teodota, di cui non si conosce nulla, e di Isacco, governatore imperiale delle isole del Mar Baltico. In seguito alla morte di Isacco...
Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 27 gennaio si venera:

Sant' Angela Merici
Sant' Angela Merici
Vergine, fondatrice
Nacque a Desenzano sul lago di Garda, nel 1474. Vigilata dai pii genitori, custodì diligentemente fin dai primi anni il giglio della verginità che propose di serbare intatto per tutta la vita. Aborriva...
Altri santi di oggi
Domani 28 gennaio si venera:

San Tommaso d'Aquino
San Tommaso d'Aquino
Sacerdote e dottore della Chiesa
Un astro di luce particolare e inestinguibile brilla nel cielo del secolo XIII; luce che attraversa i secoli, che illumina le menti: l'Angelico Dottore S. Tommaso. Nacque ad Aquino nell'anno 1227 dal conte...
Altri santi di domani
newsletter

Iscriviti
Oggi 27 gennaio nasceva:

Santa Margherita d'Ungheria
Santa Margherita d'Ungheria
Principessa e religiosa
Figlia del re d'Ungheria Béla IV Margherita nacque nel 1242 in Dalmazia. Sul suo Paese prolificava da alcuni mesi l'invasione mongola comandata da Bathu, nipote di Gengis Khan e i genitori trovarono scampo...
Altri santi nati oggi
Oggi 27 gennaio si recita la novena a:

- San Tommaso d'Aquino
San Tommaso, patrono degli studenti “… perché in lui siete stati arricchiti di tutti i doni, quelli della parola e quelli della scienza” (1 Cor 1,5) S. Tommaso, Dio ti ha chiamato a trascorrere la maggior...
- San Giovanni Bosco
Glorioso San Giovanni Bosco, che, per ottenere più abbondanti frutti di fede operosa e di ardente carità, istituiste la pia Unione dei Salesiani Cooperatori, fate che siano modelli di cristiane virtù e...
- San Biagio
1. Glorioso martire e nostro protettore S. Biagio, tu sin dalla fanciullezza sei stato sempre di esemplari virtù, e unendo alla sollecitudine pastorale di Vescovo l'arte della medicina, hai avuto modo...
- Sant' Agata
I. O gloriosa s. Agata, che fino dai primi anni vi dedicaste interamente a Gesù Cristo con voto di perpetua verginità, otteneteci che almeno da questo momento ci consacriamo irrevocabilmente al Signore...
- Presentazione del Signore
I. Per quella sì eroica obbedienza che voi esercitaste, o gran Vergine, nell'assoggettarvi alla legge della purificazione, ottenete anche a noi la più esatta obbedienza a tutti i comandi di Dio, della...
- San Geminiano di Modena
I. Ammirabile S. Geminiano, che poi vostro straordinario amore alla povertà, vi spogliaste ancor giovinetto del vostro patrimonio per darlo ai poveri, ed entrato nella clericale milizia, foste sempre così...