Santuario di Santa Lucia al Sepolcro

Santa Lucia
Nome: Santuario di Santa Lucia al Sepolcro
Titolo: Santuario di Santa Lucia
Indirizzo: Via Luigi Bignami, 1 - Siracusa
Dedicato a: Santa Lucia
Reliquie di: Santa Lucia


Appena fuori dalle mura della città siciliana di Siracusa si trova la Basilica dedicata a Santa Lucia, il Santuario di Santa Lucia al Sepolcro, denominata anche Fuori le mura o Extra Moenia, costruita sul luogo del martirio e della sepoltura della Santa tanto cara alla città, nonché sua patrona.

LA CHIESA


Sorta in età bizantina intorno al sec. VI, dell'originale chiesa rimane presumibilmente il lato orientale, le tre grandi absidi e alcuni elementi del portale. L' attuale edificio è stato costruito dai normanni nel 1100, ma è stato restaurato e modificato diverse volte nel corso degli anni, ad esempio all’inizio del 1600 per commissione del senato della città, quando fu costruito il tempietto che custodisce il sepolcro di S. Lucia a poca distanza. Ad esso la chiesa è collegata da un tortuoso corridoio che dà accesso alla catacomba.

O come a seguito dei crolli causati dal terremoto del 1693, quando fu aggiunto il portico che si affaccia sulla piazza, attribuito a Pompeo Picherali; sempre su suo progetto nel 1723 iniziò la costruzione del colonnato che cinge la Basilica nel lato ovest e sud.

Interno Basilica di Santa Lucia
L'interno


La pianta è costituita dalla navata centrale e da due minori laterali, e tre absidi; i pilastri che le fiancheggiano sono stati edificati sulle colonne originarie e tra essi vi sono archetti a tutto sesto sui quali poggia il tetto a capriate di chiara ispirazione normanna come la torre campanaria, con bellissime travi interamente decorate con pitture quattrocentesche.

Grazie ai restauri sono stati portati alla luce alcuni elementi originali come il fantastico soffitto ligneo sul quale possiamo oggi ammirare lungo i fregi delle travi un alternanza di stelle a otto punte di ispirazione islamica, piccoli rosoni quadripetali, crocette e fiorami. Come balza all'occhio l'evidente importanza dell'araldica: disseminati sulle facce di puntoni e catene delle capriate si contano circa duecentocinquanta stemmi, racchiusi in medaglioni, alcuni contornati da eleganti motivi floreali, dedicati alle famiglie dei Signori della città.

Nelle absidi laterali del transetto, sul lato nord, vi sono due bellissime porte sormontate da altrettanto belle finestre. Nate inizialmente per accogliere nella parte superiore le cantorie, mai terminate, e quel che rimane dell'idea iniziale sono i maestosi mensoloni che avrebbero dovuto essere completati da una balaustra.

Una delle meraviglie di questa chiesa è la statua di Santa Lucia morente scolpita nel 1634 da Gregorio Tedeschi la quale, in risposta alle suppliche dei cittadini assediati dagli austriaci nel 1753, nel maggio di quell'anno emise sudore da fronte, faccia e mani per mostrare la sua intercessione, posta dietro una teca di vetro sotto l'altare.

Recentemente la Chiesa ospita nuovamente una vera opera museale, un dipinto del Caravaggio che rappresenta Il seppellimento di Santa Lucia e che tutti possono ammirare, come le pitture bizantine dell'oratorio che lasceranno a bocca aperta i visitatori.

Sepolcro di Santa Lucia
Il sepolcro


IL SEPOLCRO


Nei pressi della Basilica vi è poi il particolarissimo Sepolcro, di forma ottagonale, caratterizzato da ricchi capitelli che ne scandiscono gli spigoli ma solo per quel che riguarda i quattro lati che sono rivolti verso la grande piazza, gli altri rimanendo invisibili non hanno lo stesso rivestimento decorativo.

L'interno, ricoperto a cupola, presenta un unico altare in corrispondenza del loculo sepolcrale, ed accoglie la statua di santa Lucia giacente, scolpita da Gregorio Tedeschi.

Statua di Santa Lucia
Statua di Santa Lucia


Altra meraviglia è l'abbellimento del loculo sepolcrale dovuto ad un bassorilievo che rappresenta tre animali fantastici il cui significato sembrerebbe, secondo gli studiosi, legato alle qualità morali della Santa: il grifone come simbolo di incorruttibilità, la colomba a rappresentarne la purezza e il leone a indicarne il coraggio.

LA CATACOMBA


A sud ovest della chiesa, sotto la piazza, troviamo infine la catacomba costituita da un cimitero di comunità e alcune tombe familiari, nonché testimonianze archeologiche risalenti all' età bizantina e Normanna.

Catacombe di Santa Lucia al Sepolcro
Le catacombe


La Basilica di Santa Lucia al sepolcro seppur alquanto spartana nelle forme e nei decori, rappresenta ugualmente una grande attrazione per tutti i credenti che possono trovare pace e silenzio tra le sue mura.

ORARI


VISITE
Mattina dalle 9.00 alle 12.45
Pomeriggio dalle 15.30 alle 19.00
Giovedì chiuso fino alle 11.00 per pulizia ambienti

MESSE
Dal Lunedì al Sabato 08.30 / 18.00
Domenica e Festivi 08.30 / 10.30 / 18.00
Il giorno 13 di ogni mese 19.30 Celebrazione eucaristica in Santuario

VISITA IN TRE DIMENSIONI



Lascia un pensiero su Santuario di Santa Lucia al Sepolcro

Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 27 novembre si venera:

Beata Vergine della Medaglia Miracolosa
Beata Vergine della Medaglia Miracolosa
Apparizione
La Madonna apparve a Santa Caterina Labourè a Parigi nel 1830 suggerendole di far coniare una moneta che avrebbe dato grandi grazie ai suoi portatori.
Altri santi di oggi
Domani 28 novembre si venera:

San Giacomo della Marca
San Giacomo della Marca
Religioso e sacerdote
S. Giacomo della Marca nacque a Monteprandone, provincia di Ascoli Piceno, da poveri genitori. Studiò in varie città delle Marche e dell'Umbria e fu maestro di scuola. A vent'anni, preso dalla bellezza...
Altri santi di domani
newsletter

Iscriviti
Oggi 27 novembre nasceva:

Beata Maria Carmela Viel Ferrando
Beata Maria Carmela Viel Ferrando
Vergine e martire
Maria nacque a Sueca in Valencia fin da piccola voleva essere una religiosa, ma poi scelse di essere una laica impegnata nell'apostolato laicale. Ebbe sempre una chiara coscienza sociale e sostenne la...
Oggi 27 novembre si recita la novena a:

- Sant' Andrea
I. Per quel ammirabile prontezza onde voi, o glorioso s. Andrea, vi deste a seguir Gesù Cristo, appena lo sentiste qualificato da s. Giovanni per l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, indi a...
- Santa Barbara
O Gloriosa S. Barbara, sposa diletta di Gesù! Tu ti consacrasti al tuo Divin Salvatore fin dalla più tenera età, lo amasti con tutte il cuore e nessuna cosa fu capace dl separarti dall'amato tuo bene...
- San Giacomo della Marca
19 NOVEMBRE - In mezzo a pericoli e difficoltà, spesso privi di aiuto e di conforto, innalziamo la nostra fervida preghiera a Te, o nostro protettore San Giacomo. Tu che sei così caro a Dio, ottienici...
- San Francesco Saverio
Oh amabilissimo ed amatissimo San Francesco Saverio, in unione con voi io adoro riverentemente la Maestà Divina. Mentre con gioia rendo grazie a Dio per i doni singolari di grazia concessi a voi nella...
- San Nicola di Bari
O protettor benefico, scelto dai tuoi devoti, che santo sin dal nascere a Dio drizzasti i voti; per tuo incorrotto vivere proteggi il nostro cuor. Santo nostro protettore difensor di nostra vita proteggete...