Santo del Giorno
Cerca un santo:

Santa Rictrude

Santa Rictrude
Nome: Santa Rictrude
Titolo: Sposa, badessa
Nascita: 612 circa, Guascogna
Morte: 678 circa, Sconosciuto
Ricorrenza: 12 maggio
Tipologia: Commemorazione




Rictrude, nata in Guascogna da una famiglia ricca ma devota, in giovane età fu diretta spiritualmente da S. Amando (6 feb.), esiliato in quella regione da re Dagoberto, del quale, come il già menzionato Modoaldo, aveva condannato la condotta licenziosa.

S. Amando, in quel periodo, viveva nella casa della famiglia di Rictrude; da questo lugo egli, che era un franco, intraprese l'evangelizzazione della Guascogna.

Un altro nobile franco, Adabaldo, giunse in seguito in quella casa e si guadagnò il favore del re Clodoveo II.

Nonostante l'opposizione dei nobili guasconi Adabaldo chiese la mano e sposò Rictrude.

Insieme andarono a vivere a Ostrevant (Fiandre) ed ebbero quattro figli.

Amando era solito far loro visita: essi conducevano una vita devota e lieta, come la descrive, con amabilità, il suo biografo.

Tuttavia questa esistenza serena non era destinata a durare: Adabaldo fu ucciso dai guasconi, presumibilmente a motivo della loro perdurante ostilità riguardo al matrimonio con Rictrude, benché fossero trascorsi ormai sedici anni.

A causa della morte del marito ella espresse il desiderio di farsi monaca ma Amando le consigliò di attendere, almeno finché suo figlio Mauronto (5 mag.) fosse diventato abbastanza adulto per essere introdotto a corte.

Ma Clodoveo II aveva altri progetti su di lei desiderando che andasse sposa a uno dei suoi protetti.

Amando però riuscì a persuadere il re a lasciarla libera, ed ella poté felicemente recarsi a Marchiennes, dove aveva fondato un monastero maschile e uno femminile.

Fu badessa del monastero per molti anni, e le sue due figlie maggiori, Adalsinda e Clotsinda, si unirono a lei; la stessa cosa fece più tardi anche il figlio Mauronto.

Adalsinda morì giovane, Clotsinda invece succedette alla madre come badessa, quando costei morì all'età di sessantasei anni. L'ultima figlia Eusebia visse con la nonna; marito, moglie e i quattro figli furono venerati come santi.

MARTIROLOGIO ROMANO. Nel monastero di Marchiennes vicino a Cambrai in Austrasia, nel territorio dell’odierna Francia, santa Rictrude, badessa, che, dopo la morte violenta di suo marito Adalbaldo, su consiglio di sant’Amando prese il sacro velo e con grande rettitudine governò le vergini consacrate.

Lascia un pensiero su Santa Rictrude

Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 12 maggio si venera:

Santi Nereo e Achilleo
- Santi Nereo e Achilleo
Martiri
Sono due martiri gloriosi, molto venerati dal popolo cristiano. Da un frammento dell'epigrafe composta dal Papa S. Damaso e posta sulla tomba dei martiri si sa che i erano pretoriani di Nerone ed eseguivano...
Altri santi di oggi
Domani 13 maggio si venera:

Beata Vergine Maria di Fatima
- Beata Vergine Maria di Fatima
Apparizione
La Madonna apparve il 13 maggio 1917 a Fatima in Portogallo a Lucia, Francesco e Giacinta, tre ragazzi di 10, 9 e 7 anni.
Altri santi di domani
newsletter Iscriviti alla newsletter per ricevere il santo del giorno sulla tua email:

Iscriviti
Oggi 12 maggio nasceva:

San Leopoldo Mandic
- San Leopoldo Mandic
Sacerdote cappuccino
San Leopoldo Mandic nacque a Castelnovo di Cattaro (Montenegro) il 12 maggio 1866 e morì a Padova il 30 luglio 1942. Passò quasi tutta la vita in confessionale con il più eroico sacrificio. La sua parola...
Altri santi nati oggi