Sant' Ansfrido di Utrecht

Sant' Ansfrido di Utrecht
Nome: Sant' Ansfrido di Utrecht
Titolo: Vescovo e confessore
Nascita: 940 circa, Utrecht, Paesi Bassi
Morte: 3 maggio 1010, Utrecht, Paesi Bassi
Ricorrenza: 3 maggio
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Commemorazione


La fonte principale della vita di S. Ansfrid è l'attendibile benedettino Alberto di S. Sinfronio (Metz), che scrisse il De diversitate temporurn intorno al 1022. In esso si racconta come Ansfrid, soldato di nobile lignaggio, avesse successo nel suo impegno contro la pirateria e il brigantaggio. Per questo incontrò il favore degli imperatori Ottone III ed Enrico II. Di fronte ai suoi successi militari come conte del Brabante Enrico desiderò ricompensarlo con la sede di Utrecht, la principale delle Fiandre, fondata dall'apostolo inglese S. Willibrordo (7 nov.) all'inizio dell'vm secolo.

Al contrario di molti altri vescovi nominati dagli imperatori più per le loro capacità militari che per la fama acquisita nelle cose spirituali, Ansfrid fu un vescovo devoto e apprezzato, a partire dalla sua elezione (994) fino alla fine della vita. Fondò due case religiose: una per monache nel 992 a Thorn, vicino a Roermond, e l'altra per monaci a Heiligenberg (o Hohorst, Monte Santo) pochi anni dopo. Nel 1006 Ansfrid divenne cieco e si ritirò a Heiligenberg, dove morì quattro anni dopo. Durante il suo funerale alcuni cittadini di Utrecht si impossessarono del suo corpo e lo trasportarono nella loro cattedrale per seppellirlo in quel luogo, mentre gli abitanti di Heiligenberg stavano tentando di estinguere un incendio scoppiato proprio allora (forse in modo non accidentale). In qualunque modo siano andate le cose la badessa di Thorn mediò tra i contendenti e impedì un'azione di forza da parte dei monaci. Così Ansfrid fu tumulato nella cattedrale di Utrecht.

MARTIROLOGIO ROMANO. Nel monastero di Fohorst nelle Fiandre, nel territorio dell’odierno Belgio, transito di sant’Ansfrido, vescovo di Utrecht, che, colpito da cecità, si ritirò in questo luogo.

Lascia un pensiero a Sant' Ansfrido di Utrecht


Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 22 giugno si venera:

San Paolino di Nola
San Paolino di Nola
Vescovo
S. Paolino nacque a Bordeaux in Francia l'anno 353 d. C. da illustre famiglia senatoria. Sortì dalla natura quell'ingegno sveglio e quelle felici disposizioni che fecero presagire la sua futura...
Altri santi di oggi
Domani 23 giugno si venera:

San Lanfranco Beccari
San Lanfranco Beccari
Vescovo di Pavia
Nato appunto a Pavia nella nobile famiglia Beccari (o de Beccaria) nei primi decenni del sec. XII, Lanfranco fu consacrato Vescovo della sua città da Papa Alessandro III. La ricostruzione della sua biografia...
Altri santi di domani
newsletter

Iscriviti
Oggi 22 giugno nasceva:

Beato Domenico della Madre di Dio Barberi
Beato Domenico della Madre di Dio Barberi
Sacerdote passionista
Domenico Barbieri fu l'ultimo degli undici figli di una famiglia di contadini della provincia di Viterbo, nato il 22 giugno 1792. Imparò da solo a leggere e a scrivere, entrò nei passionisti e fu ordinato...
Oggi 22 giugno tornava alla Casa del Padre:

San Giovanni Fisher
San Giovanni Fisher
Vescovo e martire
Giovanni Fisher fu un umanista inglese, martire e prelato, che, devoto al papa e alla chiesa cattolica romana, resistette a re Enrico VIII d' Inghilterra, rifiutando di riconoscere la supremazia reale...
Oggi 22 giugno veniva canonizzato:

Santa Giulia Billiart
Santa Giulia Billiart
Suora
Maria Rosa Giulia Billiart nacque a Cuvilly in Piccardia nel 1751, da genitori piuttosto benestanti che gestivano un piccolo negozio e coltivavano la terra. Nel 1767 la famiglia perse le proprie ricchezze...
Altri santi canonizzati oggi
Oggi 22 giugno si recita la novena a:

- San Paolo
I. O glorioso s. Paolo, che quanto foste terribile nel perseguitare, altrettanto poi foste fervoroso nello zelare la gloria del Cristianesimo, otteneteci, vi preghiamo, la grazia di edificar tanto i nostri...
- San Giovanni Battista
I. O glorioso s Giovanni, che col vivere sempre la vita più illibata, corrispondeste così bene al vostro nome che significa Grazia, ottenete a noi pure di vivere sì santamente da corrispondere con esattezza...
- San Pietro
I. O glorioso s. Pietro, che aveste in Gesù Cristo una fede così viva da confessare per primo che egli era il Figliuolo di Dio vivo, e da lui solo procedevano parole di vita eterna, quindi obbediente al...