San Marciano di Siria

San Marciano di Siria
Nome: San Marciano di Siria
Titolo: Confessore
Nascita: III secolo , Cyrrhus, Siria
Morte: IV secolo, Sconosciuto
Ricorrenza: 2 novembre
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Commemorazione


Secondo Theodoret, sola fonte di tutte le informazioni disponibili, S. Marciano nacque in una famiglia patrizia nella città di Cyrrhus in Siria e, desideroso di dedicarsi totalmente ed esclusivamente al servizio di Dio, lasciò la famiglia e gli amici per ritirarsi in una zona remota del deserto di Calci, tra Antiochia e l'Eufrate, dove si costruì una piccola dimora, con un piccolo giardino da coltivare e una cella così stretta e bassa che era impossibile per lui sdraiarsi o stare in piedi senza curvarsi.

In questa solitudine, che per lui era il paradiso, trascorreva le giornate cantando i salmi, leggendo, pregando e lavorando. Mangiava solo pane, in piccole quantità, ma sempre sufficienti a dargli la forza di fare ciò che Dio gli chiedeva. Nonostante non volesse attirare attenzione su se stesso, la fama della sua saggezza e santità iniziò a diffondersi, e alla fine fu costretto ad accettare due discepoli, Eusebio e Agapito, ma in breve ebbe un gran numero di seguaci, a capo dei quali nominò Eusebio in veste di abate.

Un giorno, S. Flaviano, patriarca di Antiochia (18 feb.), arrivò con altri vescovi e chiese il permesso di partecipare a una delle conferenze spirituali tenute regolarmente da Marciano, che tuttavia fu così totalmente intimidito da non essere in grado, all'inizio, di rispondere, ma che poi si riprese, dicendo: «Dio ci parla ogni giorno attraverso le sue creature e tutto ciò che ci circonda. Dio ci parla attraverso il Vangelo dal quale apprendiamo ciò dovremmo fare per noi e per gli altri. Che cosa può dire Marciano in più, che sia utile?».

Secondo Theodoret, Marciano fece un certo numero di miracoli, ma fu molto imbarazzato dalla fama che ne derivò; rifiutò di ascoltare la gente che chiedeva miracoli particolari (quando un eremita gli chiese di benedire dell'olio per un uomo che aveva una figlia malata, la risposta di Marciano fu un perentorio "no", sebbene la ragazza, a quanto pare, guarisse nello stesso momento).

Durante i suoi ultimi anni (li vita, Marciano, che visse a lungo, dovette sopportare la rivalità di alcune persone in competizione per ottenere la custodia del suo corpo dopo la morte (diversi, tra cui suo nipote Alipio, costruirono perfino delle cappelle in cui seppellirlo), perciò Marciano fece promettere a Eusebio di sotterrarlo segretamente. Eusebio esaudì il suo desiderio e il popolo scoprì il luogo della sepoltura solo cinquanta anni dopo; a quel punto le reliquie furono traslate solennemente e il sepolcro divenne meta di pellegrinaggio.

MARTIROLOGIO ROMANO. Commemorazione di san Marciano, eremita, che, nato a Cirro nel territorio dell’odierna Turchia, si ritirò in monastero a Calcedonia, dove, vivendo in una angusta dimora, non si nutriva che la sera di poco pane e acqua, anteponendo tuttavia al digiuno l’amore fraterno.

Lascia un pensiero a San Marciano di Siria

Ti può interessare anche:

San Marciano di Siracusa
- San Marciano di Siracusa
Vescovo e martire
Marziano, considerato il primo vescovo di Siracusa, secondo la tradizione venne mandato da Pietro nel 39 per predicare il vangelo a Siracusa. Questi riuscì...
Santi Luciano e Marciano
- Santi Luciano e Marciano
Martiri
Si tratta di un gruppo di martiri di Nicomedia durante la persecuzione di Decio, composto da Luciano, Florio e Marciano. Nella diocesi di Vich non compare...
San Marciano di Tortona
- San Marciano di Tortona
Vescovo e martire
Gli storici e gli studiosi di agiografia non concordano su certi racconti, ma d'altra parte, il culto di molti Santi, e soprattutto di Martiri, ha avuto...
Santi Abbondio e compagni
- Santi Abbondio e compagni
Martiri
Nel museo Lateranense a Roma è conservato un frammento d'epitaffio scoperto a Rignano, a circa una quarantina di chilometri dalla città, in cui si legge...
San Marciano di Costantinopoli
- San Marciano di Costantinopoli
Sacerdote
Marciano nacque in una famiglia imparentata con la casa imperiale di Teodosio. Ordinato prete dal patriarca Anatolio nel 455 nonostante le sue proteste...
Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 28 maggio si venera:

San Germano di Parigi
San Germano di Parigi
Vescovo
Visse al tempo dei Merovingi. Ebbe come amico e biografo l'ultimo grande poeta di lingua latina, Venanzio Fortunato. Svolse un ruolo decisivo nel consolidamento della Chiesa e della monarchia in Francia...
Altri santi di oggi
Domani 29 maggio si venera:

San Paolo VI
San Paolo VI
Papa
Giovanni Battista Montini nacque a Concesio, presso Brescia, il 26 settembre 1897. da famiglia agiata. Suo padre era avvocato, redattore politico e deputato parlamentare; la madre, verso la quale il figlio...
Altri santi di domani
newsletter

Iscriviti
Oggi 28 maggio nasceva:

Beato Filippo Rinaldi
Beato Filippo Rinaldi
Sacerdote
Filippo Rinaldi nacque a Lu Monferrato nell'Italia settentrionale, frequentò il collegio salesiano a Mirabello, dove ebbe come insegnante S. Giovanni Bosco (31 gen.), fondatore della congregazione salesiana...
Altri santi nati oggi
Oggi 28 maggio si recita la novena a:

- Corpus Domini
O Dio, vieni a salvarmi, Signore, vieni presto in mio aiuto Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo come era in principio ora e sempre nei secoli dei secoli. «Tutta bella sei, o Maria, e macchia...
- Santa Giovanna d'Arco
1 O gloriosa Vergine Giovanna D'Arco che, in tante battaglie vittoriosa, foste sostegno ai vostri soldati e terrore agli avversari, accoglietemi, ve ne prego, sotto la vostra protezione ed ottenetemi conforto...
- Visitazione della Beata Vergine Maria
VII. Per quella fervidissima carità che voi, o Maria, esercitaste nei tre mesi che dimoraste in casa di Elisabetta, ottenete a noi tutti la grazia di prestarci sempre amorosamente a tutti i bisogni...