Santo del Giorno
Cerca un santo:

Basilica dei Santi Cosma e Damiano

Santi Cosma e Damiano
Nome: Basilica dei Santi Cosma e Damiano
Titolo: Basilica Diaconale
Indirizzo: Via dei Fori Imperiali, 1 - Roma


Negli anni seguenti all'incendio di Roma, dopo la vittoria nella guerra giudaica, l'imperatore Vespasiano decise di costruire a nord del Foro Romano quello della Pace, un grande complesso con tempio romano, fontane e una aula rettangolare chiamata la biblioteca Pacis.

Tempio di Romolo
Tempio di Romolo


All’inizio del IV secolo l’imperatore Massenzio fece costruire a fianco la biblioteca una rotonda con l’ingresso monumentale dal Foro Romano. Con una delle più grandi cupole romane presenta un’antica porta di bronzo che lo rende unico al mondo, e nonostante il tempo passato ha preservato finora la sua funzionalità. La rotonda fu chiamata il Tempio di Romolo per la memoria del figlio di Massenzio morto all’inizio del IV secolo.

Con la caduta dell’Impero Romano la biblioteca e la rotonda furono abbandonate, ma nell’anno 526 papa Felice IV con mirabile concessione del re Teodorico decise di far unire e convertire questi edifici ad uso cristiano dedicando il complesso ai Santi Cosma e Damiano. La chiesa diventò il primo luogo del culto cristiano nell’area del Foro Romano. Come omaggio ai santi titolari della chiesa si costruì il meraviglioso mosaico absidale, rappresentante l'accoglienza nei Cieli dei due martiri, conservato finora in ottime condizioni e considerato uno dei importanti nella storia dell’arte.

Mosaico dei Santi Cosma e Damiano
Mosaico dei Santi Cosma e Damiano


Lo straordinario collage presenta al centro la figura del Cristo con un rotolo nella mano sinistra e con la destra indicante una stella, rialzato rispetto alle altre figure e poggiante su nuvolette rosse e bluastre, che invadono anche il cielo blu alle sue spalle, mentre ai suoi lati su un idilliaco praticello si dispongono Paolo, san Cosma e papa Felice IV che offre il modellino della chiesa a sinistra e, a destra, Pietro, san Damiano e Teodoro. Nel tamburo sottostante sono rappresentati gli apostoli sotto forma di pecore.

Nel Medioevo la basilica era riconosciuta come uno dei principali centri di assistenza ai poveri e ai pellegrini a Roma. La parte importante della vita spirituale della basilica era devozione mariana, iniziata nei tempi del papa Gregorio Magno. Secondo la legenda a lui mentre passava la chiesa si rivolse la Madre di Dio dicendo: “Gregorio, perché non mi saluti più, come facevi sempre?”. Per questo motivo, l’immagine della Madonna della Salute fu posta sull’altare maggiore.

Intorno all’anno 760, papa Paolo I (757-767) fece costruire sul lato destro dell’ingresso alla rotonda l’Oratorio di San Pietro in Silice. Col tempo questo diventò luogo dedicato a San Felice noto per l’acqua miracolosa che guariva i fedeli.

Interno della Basilica dei Santi Cosma e Damiano
Interno della Basilica dei Santi Cosma e Damiano


Durante il pontificato di Clemente VIII fu effettuato un lavoro di protezione e stabilizzazione degli edifici. Nella chiesa furono aggiunte sette cappelle nella navata della chiesa: Cappella della Crocifissione, la Madonna, S. Antonio, S. Francesco d’Assisi, S. Barbara, S. Alessandro, S. Rosa. Nel 1626 il papa Urbano VIII condusse una approfondita ricostruzione della basilica. Le mura romane del primo secolo furono demolite e sostituite. La basilica fu divisa in due con la costruzione del nuovo pavimento. Le cappelle e gli altari furono spostati o ricostruiti nella nuova chiesa superiore. Allo stesso tempo furono fatti i nuovi edifici del monastero ed un cortile con portici. La ricostruzione si completò nel 1632. Con l’eccezione di parziale ristrutturazione e ampliamento del monastero negli anni ’40 del XX secolo, la basilica si presenta oggi nella forma data più di trecento anni fa.

Organo Basilica dei Santi Cosma e Damiano
Organo Basilica dei Santi Cosma e Damiano


L'organo posizionato in alto al lato opposto del mosaico e di rara fattezza. Le pareti del corridoio centrale presenta affreschi di Francesco Allegrini. Il soffitto e le pareti in alto presentano coloratissimi affreschi di un artista ignoto del secolo XVII. A sinistra (cominciando dalla porta laterale che è nella parete di sinistra, guardando l'abside): sepolcro del cardinale Tollamelli, con un busto in bronzo del secolo XVI.

Cripta Basilica dei Santi Cosma e Damiano
Cripta Basilica dei Santi Cosma e Damiano


La “cripta” dalle sembianze di una vera e propria chiesa inferiore fa immaginare le dimensioni e la severità decorativa dell’antico luogo di culto.

Presepe Basilica dei Santi Cosma e Damiano
Presepe Basilica dei Santi Cosma e Damiano


Nel vestibolo è collocato un bellissimo presepe settecentesco di tipo napoletano. Come riportato da una targa marmorea posta nella stanza in cui il presepe è conservato, esso è stato donato alla basilica dai coniugi napoletani Enrico Cataldo e Raffaella Perricelli nel 1939. La scena è verosimilmente ambientata nel Foro Romano in epoca moderna: «A perenne godimento artistico e spirituale del popolo il Terz. ord. reg. di S. Francesco auspice il Ministro generale P. Giovanni Parisi restaurò e ricostruì a sue spese in questo vetusto luogo l'italianissimo ed antico presepe donato a tale scopo dai coniugi Cataldo Enrico - Perricelli Raffaella»

La Basilica si trova nei famosi Fori Imperiali di Roma e ha i seguenti orari:

BASILICA
tutti i giorni 10–13 e 15-18

PRESEPE
tutti i giorni 10–13 e 15-18

CRIPTA
tutti i giorni 10–13 e 15-18

ORARIO MESSE
feriali: 7:30 domenica: 11:30



VISITA IN TRE DIMENSIONI



Lascia un pensiero su Basilica dei Santi Cosma e Damiano

Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 25 gennaio si venera:

Conversione di San Paolo Apostolo
- Conversione di San Paolo Apostolo
L'adesione al cristianesimo
Uno dei più gloriosi trionfi della grazia divina é senza dubbio la conversione di S. Paolo, che la Chiesa celebra oggi con festa particolare. S. Paolo era ebreo della tribù di Beniamino. Fu circonciso...
Altri santi di oggi
Domani 26 gennaio si venera:

Santi Timoteo e Tito
- Santi Timoteo e Tito
Vescovi Discepoli di San Paolo
La memoria di due Vescovi delle primissime generazioni cristiane, ambedue convertiti da San Paolo e suoi collaboratori, è stata abbinata nel nuovo Calendario della Chiesa. Timoteo e Tito non erano israeliti...
Altri santi di domani
newsletter Iscriviti alla newsletter per ricevere il santo del giorno sulla tua email:

Iscriviti
Oggi 25 gennaio nasceva:

Beato Giovanni Balicki
- Beato Giovanni Balicki
Martire
Nacque il 25 gennaio 1869 a Staromiegcie, oggi quartiere di Rzeszów. Ordinato sacerdote fu mandato a Roma per continuare gli studi. Al suo ritorno fu nominato professore di Teologia dogmatica nel seminario...
Oggi 25 gennaio si recita la novena a:

- San Tommaso d'Aquino
San Tommaso, difensore della Chiesa “… la chiesa del Dio vivente, colonna e sostegno della verità” (1 Tm 3,15) S. Tommaso, nella tua giovinezza hai imparato ad amare la Chiesa, la tua casa spirituale...
- Sant' Angela Merici
«In lui anche voi, dopo avere ascoltato la parola della verità, il Vangelo della vostra salvezza, e avere in esso creduto, avete ricevuto il sigillo dello Spirito Santo che era stato promesso…» Perciò...
- San Giovanni Bosco
Glorioso San Giovanni Bosco, per l'amore grande con cui amaste la gioventù, della quale siete Padre e Maestro, e per gli eroici sacrifici che sosteneste per la sua salvezza, fate che anche noi l'amiamo...
- San Biagio
1. Glorioso martire e nostro protettore S. Biagio, tu sin dalla fanciullezza sei stato sempre di esemplari virtù, e unendo alla sollecitudine pastorale di Vescovo l'arte della medicina, hai avuto modo...
- Presentazione del Signore
I. Per quella sì eroica obbedienza che voi esercitaste, o gran Vergine, nell'assoggettarvi alla legge della purificazione, ottenete anche a noi la più esatta obbedienza a tutti i comandi di Dio, della...