Beato Diego Luis de San Vitores

Beato Diego Luis de San Vitores
Nome: Beato Diego Luis de San Vitores
Titolo: Gesuita, martire nelle Marianne
Nascita: 12 novembre 1627, Burgos, Spagna
Morte: 2 aprile 1672, Tomhom, Guam, Marianne
Ricorrenza: 2 aprile
Martirologio: edizione 2004
Tipologia: Commemorazione
Beatificazione:
6 ottobre 1985, Roma, papa Giovanni Paolo II


Diego di San Vitores nacque a Burgos in Spagna nel 1627. La sua famiglia apparteneva alla nobiltà spagnola e suo padre lavorava a servizio del re. Diego fu educato dai gesuiti ed entrò nella Compagnia a soli quattordici anni come novizio, ma, essendo ancora troppo giovane per prendere i voti dopo due anni di noviziato, dovette dedicarsi ad altri studi, prima di poter essere ordinato sacerdote nel 1651, a soli ventiquattro anni.

Pur avendo sempre desiderato lavorare in missioni all'estero, possibilmente in Cina o Giappone, dovette invece dedicarsi all'insegnamento, dapprima di lettere e poi di teologia.

Fu infine inviato nelle Filippine nel 1660 per lavorare come missionario; viaggiò attraverso il Messico, dove si fermò per due anni, suscitando una tale ammirazione nei suoi confratelli gesuiti che questi cominciarono a paragonarlo all'altro grande missionario, S. Francesco Saverio (3 dic.).

Sulla via per le Filippine la sua nave si fermò alle Isole Marianne (arcipelago a sud dcl Giappone che include Guam e Saipan) e Diego rimase colpito dal fatto che gli indigeni non fossero mai stati evangelizzati.

Scrisse ai propri superiori a Roma e in Spagna chiedendo il permesso di lavorare sull'isola di Guam esprimendo loro il dolore che gli provocava vedere che gli indigeni erano trascurati in tal modo. Contemporaneamente si sistemò nelle Filippine e lavorò là, dapprima come missionario a Taytay e poi come prefetto degli studi presso il collegio dei gesuiti di Manila. Quando, nel 1688, gli fu concesso il permesso di lavorare nelle Marianne, tornò in Messico per raccogliere fondi e scorte per la sua attività a Guam e, nello stesso anno, giunse finalmente sul luogo della nuova missione con un gruppo di confratelli gesuiti. All'inizio l'opera di evangelizzazione ebbe successo e un gran numero di persone ricevette il battesimo. Poi crebbe l'opposizione dei capi locali che temevano di vedere diminuita la propria autorità e i neocristiani furono spinti ad abbandonare la loro fede. Parte del lavoro di Diego consisteva nel visitare le altre isole per incoraggiare i suoi confratelli missionari e, mentre era in visita a Tumon, si recò a battezzare il figlio neonato di un apostata. L'uomo si oppose e cominciò a insultare Diego; quando il missionario tentò di farlo ragionare lo uccise con una lancia.

Era il 2 aprile 1672. La vita di Diego era stata guidata da una frase del Vangelo: «Mi ha inviato a portare la buona novella ai poveri» e dal comando di S. Ignazio (31 lug.) ai suoi seguaci: «Non siate sordi alla chiamata di Dio, ma desiderosi e pronti a compiere il suo santo volere». Fu beatificato nel 1985.

MARTIROLOGIO ROMANO. Nel villaggio di Tomhom nell’isola di Guam in Oceania, beati martiri Diego Luigi de San Vitores, sacerdote della Compagnia di Gesù, e Pietro Calungsod, catechista, uccisi crudelmente in odio alla fede cristiana e precipitati in mare da alcuni apostati e da alcuni indigeni seguaci di superstizioni pagane.

Lascia un pensiero a Beato Diego Luis de San Vitores

Ti può interessare anche:

Beato Diego Carvalho
- Beato Diego Carvalho
Gesuita, martire
Nacque a Coimbra nel Portogallo. Entrò nei gesuiti nel 1594 e nel 1600 fu inviato in India, dove fu ordinato sacerdote. Nel 1609 si trasferì in Giappone...
Beato Diego Oddi
- Beato Diego Oddi
Religioso
Nacque a Vallinfreda il 6 giugno 1839. La sua giovinezza fu segna-ta dalla fatica quotidiana propria dei più poveri. Durante un pelle-grinaggio al convento...
Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 22 aprile si venera:

San Leonida di Alessandria
San Leonida di Alessandria
Martire, padre di Origene
Questo nome venne già portato e illustrato dal valoroso re di Sparta, caduto alle Termopili, alla testa dei suoi eroici soldati. Anche il Leonida cristiano fu un valorosissimo combattente che suggellò...
Altri santi di oggi
Domani 23 aprile si venera:

San Giorgio
San Giorgio
Martire di Lydda
S. Giorgio visse nel III secolo, sotto l'impero di Diocleziano. Di questo Santo, tanto venerato ovunque, e specialmente in Inghilterra, si hanno poche notizie, tuttavia sappiamo che egli fu onorato in...
Altri santi di domani
newsletter

Iscriviti
Oggi 22 aprile si recita la novena a:

- Santa Caterina da Siena
III. Per quello spirito di ritiro che voi aveste, o gran Santa, per cui non desideraste mai di essere veduta da altri che dal vostro Gesù, e distratta da continuo occupazioni nella vostra famiglia...
- Santa Gianna Beretta Molla
O Dio, nostro Padre, tu hai donato alla tua Chiesa santa Gianna Beretta Molla, che nella sua giovinezza ha cercato amorevolmente te, e a te ha portato altre giovani, impegnandole apostolicamente in testimonianza...
- San Giorgio
I. Incomparabile s. Giorgio, che, professando fra i disordini della milizia idolatra il cristianesimo il più perfetto, dispensando ai poveri tutte le sostanze di cui per la morte di vostra madre diveniste...
- San Luigi Maria Grignion da Montfort
1. O grande apostolo del regno di Gesù per Maria, tu che indicasti alle anime i sentieri della vita cristiana suggerendo l’osservanza delle promesse battesimali e insegnasti come un segreto di santità...
- San Marco
I. Glorioso s. Marco, che al primo udire le prediche di s. Pietro, vi convertiste alla fede con tanta sincerità e con tanto fervore da essere da s. Pietro medesimo denominato suo figlio, e, come tale...
- San Giuseppe
1. O S. Giuseppe, mio protettore ed avvocato, a te ricorro, affinché m'implori la grazia, per la quale mi vedi gemere e supplicare davanti a te. E' vero che i presenti dispiaceri e le amarezze sono forse...