Santo del Giorno
Cerca un santo:

Sant' Oengus il Culdeo

Sant' Oengus il Culdeo
Nome: Sant' Oengus il Culdeo
Titolo: Monaco
Nascita: Clonenagh, Irlanda
Morte: 824 circa, Clonenagh, Irlanda
Ricorrenza: 11 marzo
Tipologia: Commemorazione


Nacque nelle vicinanze di Clonenagh, in Irlanda, fu educato in una scuola monastica, fondata da San Fintano, non lontano dalla città di Mountrath. Divenne eremita, visse per un certo periodo a Disertbeagh, dove, sulle pendici del Nore, si diceva parlasse con gli angeli. Dal suo amore per la preghiera e la solitudine, fu soprannominato il "Kéléde " in altre parole, il Ceile Dé, o "Vassallo di Dio".

Non soddisfatto di essere un eremita, dove trovandosi a solo un miglio di distanza dal villaggio di Clonenagh, e quindi incline a essere disturbato da studenti o astanti, Oengo si trasferì in un luogo più solitario a 8 miglia di distanza. Questo luogo remoto, due miglia a sud-est della città di Maryborough, prese il nome da lui "il deserto di Aengus", o "Dysert-Enos". Qui costruì un piccolo oratorio sui monti Dysert, che erano rovine abbandonate di una chiesa.

La sua biografia più antica (IX secolo) racconta le sue incredibili privazioni praticate da Oengo nel suo "deserto", e sebbene cercasse di essere lontano dagli uomini, la sua fama attirò molti visitatori. Il risultato fu che il buon santo lasciò il suo oratorio nel Desert-Enos e, dopo un po' di girovagare, arrivò al monastero di Tallaght Hill, vicino a Dublino, allora governato da Saint Mael-Ruain. Entrò come fratello laico, nascondendo la sua identità, ma Saint Mael-Ruain lo scoprì presto e collaborò con lui all'opera nota come "Martyrologio de Tallaght", nell'anno 790. Si tratta di un catalogo in prosa irlandese santi, ed è il più antico dei martirologi irlandesi.

Nell'805 Oengo terminò la sua famosa "Félire", un'opera poetica dei Santi d'Irlanda, una copia della quale si trova in Leabhar Breac. Gli ultimi tocchi del suo lavoro furono dati nella cella di Disert-beagh (Oengus aveva lasciato Tallaght, non molto tempo dopo la morte di Saint Mael-Ruain), dove morì. Alcuni autori affermano che dal convento di Tallacht Hill tornò a Clonenagh dove fu abate e vescovo. Fu sepolto a Clonenagh, come descritto durante la sua vita.

MARTIROLOGIO ROMANO. Nel monastero di Tallaght in Irlanda, sant’Oengus, detto il Culdeo, monaco, che ebbe cura di comporre un martirologio dei santi d’Irlanda.

Lascia un pensiero a Sant' Oengus il Culdeo


Segui il santo del giorno:

Seguici su FB Seguici su TW Seguici su Pinterest Seguici su Instagram
Mostra santi del giorno:
Mostra santi
Usa il calendario:
Oggi 26 gennaio si venera:

Santi Timoteo e Tito
- Santi Timoteo e Tito
Vescovi Discepoli di San Paolo
La memoria di due Vescovi delle primissime generazioni cristiane, ambedue convertiti da San Paolo e suoi collaboratori, è stata abbinata nel nuovo Calendario della Chiesa. Timoteo e Tito non erano israeliti...
Altri santi di oggi
Domani 27 gennaio si venera:

Sant' Angela Merici
- Sant' Angela Merici
Vergine, fondatrice
Nacque a Desenzano sul lago di Garda, nel 1474. Vigilata dai pii genitori, custodì diligentemente fin dai primi anni il giglio della verginità che propose di serbare intatto per tutta la vita. Aborriva...
Altri santi di domani
newsletter Iscriviti alla newsletter per ricevere il santo del giorno sulla tua email:

Iscriviti
Oggi 26 gennaio si recita la novena a:

- San Tommaso d'Aquino
San Tommaso, maestro di preghiera “Dedicatevi alla preghiera, vegliate in essa rendendo grazie” (Col 4,2) S. Tommaso, tu sapevi che la preghiera è la sorgente della sapienza e così trascorrevi lunghe ore...
- Sant' Angela Merici
«… il quale (lo Spirito Santo) è caparra della nostra eredità, in attesa della completa redenzione di coloro che Dio si è acquistato a lode della sua gloria». Abbiate speranza e ferma fede in Dio: lui...
- San Giovanni Bosco
Glorioso San Giovanni Bosco, che fondaste la Società Salesiana e l'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, eredi del vostro apostolato, ottenete che i membri di queste due Famiglie Religiose siano...
- San Biagio
1. Glorioso martire e nostro protettore S. Biagio, tu sin dalla fanciullezza sei stato sempre di esemplari virtù, e unendo alla sollecitudine pastorale di Vescovo l'arte della medicina, hai avuto modo...
- Presentazione del Signore
I. Per quella sì eroica obbedienza che voi esercitaste, o gran Vergine, nell'assoggettarvi alla legge della purificazione, ottenete anche a noi la più esatta obbedienza a tutti i comandi di Dio, della...